Menu Chiudi

Mercato delle Auto: Nuovo -97,55% e Usato -93,60%

mercato-delle-auto-nuovo--97,55%-e-usato--93,60%
Condividi l'articolo

Tempo di lettura: 7 minuti

In Italia, il mese di aprile 2020 è quello che più di tutti ha potuto mostrare gli effetti della pandemia, poiché passato completamente in quarantena. Gli effetti economici sono stati tra i più disparati colpendo tutti i mercati, tra questi quello della auto che vede una pesante variazione negativa sul mercato del nuovo del -97,55% e su quello dell’usato del -93,60%.

Nel precedente articolo risultò già evidente come i dati annuali mostrassero dei cali significativi tra il 2017 e 2019. L’approfondimento sul I Trimestre 2020 rafforzò il trend negativo: solo il mese di marzo vide un calo del -70,11% delle vendite sul mercato delle auto[1]Calo del -70,11% di vendite per il mercato delle auto a marzo – https://www.owlconomy.com/2020/04/17/calo-del-7011-di-vendite-per-il-mercato-delle-auto-a-marzo/.

Di seguito, in questo articolo, si osserverà cosa è accaduto nel mese di aprile 2020 nel mercato delle auto in Italia. I dati utilizzati sono quelli del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti[2]Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – https://mit.gov.it/(M.I.T.), nello specifico quelli rilasciati dagli Uffici della Motorizzazione Civile e dall’Archivio Nazionale dei Veicoli, sul numero di auto coinvolte sia nel mercato del nuovo che dell’usato.

Il mese di aprile negli anni

Negli ultimi anni il mese di aprile si è mostrato costantemente in crescita: dal 2017 al 2019 il mercato delle auto, comprensivo del nuovo e dell’usato, ha visto coinvolto un maggior numero di vetture, per la precisione il +4,12%. Diversa è la situazione nel 2020: questo stesso mese rispetto al 2019 ha subito un calo del -94,89% (rif. Figura 1).

Figura 1: “Auto coinvolte nel mercato durante il mese di aprile dal 2017 al 2020”
Fonte: Elaborazione su dati M.I.T. (Uffici della Motorizzazione) e Archivio Nazionale dei Veicoli

Lo stesso trend generale si rispecchia sul mercato del nuovo: un aumento del +8,76% di vetture tra il 2017 e 2019. Ma è questo il mercato che ha subito maggiormente gli effetti del coronavirus con un calo del -97,55% (rif. Figura 2).

Figura 2: “Auto coinvolte nel mercato del nuovo durante il mese di aprile dal 2017 al 2020”
Fonte: Elaborazione su dati M.I.T. (Uffici della Motorizzazione) e Archivio Nazionale dei Veicoli

Positivo ma più stabile l’aumento tra il 2017 e 2019 per il mercato dell’usato: segna il +2,01%. Anche in questo caso il 2020, rispetto al 2019, vede un calo superiore al 90%, per la precisione del -93,60% (rif. Figura 3).

Figura 3: “Auto coinvolte nel mercato dell’usato durante il mese di aprile dal 2017 al 2020”
Fonte: Elaborazione su dati M.I.T. (Uffici della Motorizzazione) e Archivio Nazionale dei Veicoli

A questo punto è opportuno chiedersi qual è stata la settorializzazione del mercato delle auto, seppur nel suo calo, durante il mese di aprile 2020: il mercato del nuovo ha costituito il 15,67%, mentre quello dell’usato l’84,33% (rif. Figura 4).

Figura 4: “Composizione del mercato durante il mese di aprile 2020”
Fonte: Elaborazione su dati M.I.T. (Uffici della Motorizzazione) e Archivio Nazionale dei Veicoli

Cos’è cambiato rispetto all’anno precedente? Il 2019 vedeva un mercato del nuovo più ampio in quanto costituiva il 32,65% mentre il restante 67,35% era composto dal mercato dell’usato. (rif. Figura 5).

Figura 5: “Composizione del mercato durante il mese di aprile 2020”
Fonte: Elaborazione su dati M.I.T. (Uffici della Motorizzazione) e Archivio Nazionale dei Veicoli

Dunque, il mercato dell’usato nel momento di crisi dettato dal coronavirus ha mostrato una più marcata capacità di adattamento ai bisogni del consumatore, favorito, soprattutto, da un crollo dei prezzi[3]Mercato dell’Usato: Coronavirus, gli effetti del lockdown e le prospettive per il futuro – https://www.quattroruote.it/news/mercato/2020/04/06/mercato_usato_coronavirus_gli_effetti_del_lockdown_e_le_prospettive_per_il_futuro.html.

Uno sguardo alle marche

Durante il periodo di crisi, quali marche sono riuscite ad attrarre il consumatore nonostante il calo nel mercato del nuovo? Nell’aprile 2020 è la FIAT prima fra tutte con 969 auto, seguita dalle francesi Peugeot e Renault: la prima con 477 e la seconda con 452 (rif. Figura 6).

Figura 6: “Le 10 marche di auto più vendute nel mercato del nuovo durante il mese di aprile 2020”
Fonte: Elaborazione su dati M.I.T. (Uffici della Motorizzazione) e Archivio Nazionale dei Veicoli

Il mercato del nuovo del 2019 vede una classifica differente: FIAT al primo posto con 29.612 autovetture vendute, segue la tedesca Volkswagen con 15.237 e la statunitense Ford con 10.928 (rif. Figura 7).

Figura 7: “Le 10 marche di auto più vendute nel mercato del nuovo durante il mese di aprile 2019”
Fonte: Elaborazione su dati M.I.T. (Uffici della Motorizzazione) e Archivio Nazionale dei Veicoli

Interessante anche il mercato dell’usato di aprile 2020: al primo posto, anche in questo caso, la FIAT con 4.944 auto, segue la tedesca Mercedes con 1.510 e la statunitense Ford con 1.475 (rif. Figura 8).

Figura 8: “Le 10 marche di auto più vendute nel mercato dell’usato durante il mese di aprile 2020”
Fonte: Elaborazione su dati M.I.T. (Uffici della Motorizzazione) e Archivio Nazionale dei Veicoli

Lo stesso mercato dell’usato nell’aprile del 2019 mostra una situazione simile al 2020: sempre prima la FIAT con 79.478, segue la Ford con 25.125 e la tedesca Volkswagen questa volta con 21.428 (rif. Figura 9).

Figura 9: “Le 10 marche di auto più vendute nel mercato dell’usato durante il mese di aprile 2019”
Fonte: Elaborazione su dati M.I.T. (Uffici della Motorizzazione) e Archivio Nazionale dei Veicoli

Di tutte le marche sul mercato italiano le maggiori 10 selezionate, per numero di auto vendute nei precedenti paragrafi, costituiscono l’81,58% del mercato del nuovo: il restante 18,42% è rappresentato da tutte le altre (rif. Figura 10).

Figura 10: “Peso nel mercato del nuovo delle 10 marche più performanti (per numero di auto vendute) durante il mese di aprile 2020”
Fonte: Elaborazione su dati M.I.T. (Uffici della Motorizzazione) e Archivio Nazionale dei Veicoli

Situazione simile come tendenza nel mercato dell’usato ma con volumi percentuali differenti: le 10 marche più vendute costituiscono il 67,09% mentre le restanti il 32,91% (rif. Figura 11).

Figura 11: “Peso nel mercato dell’usato delle 10 marche più performanti (per numero di auto vendute) durante il mese di aprile 2020”
Fonte: Elaborazione su dati M.I.T. (Uffici della Motorizzazione) e Archivio Nazionale dei Veicoli

Prime conclusioni

Nonostante il dato in miglioramento per il solo mese di aprile negli ultimi anni, il 2020 ha visto per quest’ultimo un decremento del -94,89% rispetto al 2019: si è passati da 534.163 a 27.299 veicoli per l’intero mercato.

Uno tra gli elementi più importanti è l’aumento del segmento relativo al mercato dell’usato: il crollo dei prezzi dovuto al lock-down, e più in generale agli effetti del coronavirus sull’economia, lo ha favorito enormemente rispetto al nuovo.

Tra i marchi, la FIAT resta ben salda in entrambe le aree di mercato. Riguardo il mercato del nuovo, curioso invece come con la crisi le case francesi quali Peugeot e Renault abbiano recuperato terreno rispetto al 2019, specie dopo gli eventi che hanno caratterizzato la seconda[4]Dalla crisi Renault, al fallimento Hertz: i primi colossi vittime del coronavirus – https://tg.la7.it/economia/dalla-crisi-renault-al-fallimento-hertz-i-primi-colossi-vittime-del-coronavirus-23-05-2020-150329. Interessante invece il mercato dell’usato con riferimento alla Mercedes: questa opera in un segmento di mercato medio-alto che vede spesso un forte ridimensionato del valore dei propri mezzi, anche in questo caso l’emergenza COVID-19 ha provveduto a rafforzare il ridimensionamento favorendo le vendite di autovetture di questa fascia a prezzi più convenienti.

Tra i vari mercati quello delle auto ha subito tra i più pesanti effetti della pandemia, per questo i prossimi mesi saranno decisivi poiché vedranno gli effetti delle politiche di medio-lungo periodo.

Spunti di riflessione

Quanto evidenziato fornisce indicazioni sulle quali porgersi ulteriori domande che necessitano chiarezza:

  • Quale sarà l’evoluzione del mercato delle auto dopo la pandemia?
  • Questa situazione quali case automobilistiche vedrà rafforzate e quali indebolite?
  • Quali effetti subirà ancora il mercato del nuovo?

Nei prossimi articoli, si ricercherà la risposta a questa e altre domande.

Vuoi approfondire il tema?

Riferimenti articolo:

Riferimenti articolo:
1 Calo del -70,11% di vendite per il mercato delle auto a marzo – https://www.owlconomy.com/2020/04/17/calo-del-7011-di-vendite-per-il-mercato-delle-auto-a-marzo/
2 Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – https://mit.gov.it/
3 Mercato dell’Usato: Coronavirus, gli effetti del lockdown e le prospettive per il futuro – https://www.quattroruote.it/news/mercato/2020/04/06/mercato_usato_coronavirus_gli_effetti_del_lockdown_e_le_prospettive_per_il_futuro.html
4 Dalla crisi Renault, al fallimento Hertz: i primi colossi vittime del coronavirus – https://tg.la7.it/economia/dalla-crisi-renault-al-fallimento-hertz-i-primi-colossi-vittime-del-coronavirus-23-05-2020-150329

Condividi l'articolo